Miele di tarassaco, benefici e ricetta

Miele di tarassaco, benefici e ricetta

 

Miele di tarassaco, benefici e ricetta

 

Il fiore di tarassaco, conosciuto anche come “dente di leone” è una pianta erbacea che troviamo frequentemente nei nostri campi o giardini (nord Italia) nel periodo tra febbraio e maggio. La possiamo trovare molto facilmente, ma spesso non sappiamo quanti benefici può donarci.

Ha delle caratteristiche differenti da altri tipi di miele. Cristallizza in tempi rapidi finemente e venendo a formare una massa morbida e cremosa. Il colore è ambrato con riflessi gialli nel miele liquido, crema o giallo quando cristallizza. Sia all’odore che al gusto si rivela intenso, in bocca molto persistente.

Benefici:

  1. Da energia al nostro corpo, come ad esempio il sistema nervoso e il cervello
  2. Ha capacità depurative, aiutando ad espellere le tossine accumulate
  3. E’un grande diuretico, per questo è molto utilizzato in alcune diete purificanti e come anti cellulite
  4. Depura i reni e aiuta il sistema digestivo nel transito intestinale
  5. E’ ricco di minerali e vitamine molto utili per una sana alimentazione
  6. Aiuta il mal di gola o tosse

Ricetta:

Ingredienti:

  1. Fiori di Tarassaco (Taraxacum officinale DC.)
  2. 1 kg di zucchero
  3. 1 limone intero

Procedimento:

Raccogliete i fiori e ripuliteli con un po’ di acqua da residui di terra o altre parti di piante. Disporli su un panno, ben distanziati tra loro e lasciarli asciugare per qualche ora. Procedere tagliando il gambo e le foglioline al di sotto del capolino giallo, avendo cura di togliere ogni parte verde dal fiore in quanto conferirebbe alla ricetta un gusto fortemente amaro.

Miele di tarassaco, benefici e ricettaMiele di tarassaco, benefici e ricetta

In un 1, 250 L di acqua fredda mettere circa 160 fiori di tarassaco e portare a bollore. Far cuocere per qualche minuto, togliere dal fuoco e lasciar riposare per una notte intera coprendo la pentola con un coperchio. Il mattino seguente filtrare facendo uso di un colino a maglie strette ed un imbuto, cercando di recuperare tutto il liquido possibile rimasto impregnato all’interno dei fiori (potete spremere i fiori aiutandovi con una cucchiaio e un colino o con un piccolo torchio nel caso vogliate prepararne grandi quantità).

Per 1 litro di filtrato aggiungere 1 kg di zucchero e il succo di un limone intero. Successivamente rimettere sul fuoco a fiamma bassa senza coperchio mescolando di tanto in tanto. Attenzione se non ottenete 1 litro di filtrato potete portare a volume aggiungendo un po’ di acqua. Bisogna attendere che l’acqua evapori e che raggiunga la consistenza del miele. Si può decidere di toglierlo dal fuoco prima, se si vuole una consistenza meno densa.

Miele di tarassaco, benefici e ricetta

Una volta raggiunta la consistenza ottimale, invasare in vasetti di vetro quando lo sciroppo è ancora caldo. Chiudere e lasciarli raffreddare capovolti. Si consiglia prima dell’invasamento di bollire i vasetti in acqua per sterilizzarli e per utilizzarli ancora caldi al momento del versamento dello sciroppo per evitare che questi si rompano.

Noi lo abbiamo preparato seguendo questa ricetta e devo dire che il risultato è stato ottimo. Assieme al miele, abbiamo fatto l’Oleolito di tarassaco, utilizzato molto per i dolori articolari e muscolari oltre che per i grandi benefici che dona alla pelle (anti-rughe e anti-macchie). In un buon massaggio vi aiuterà a percepirne i benefici direttamente sul vostro corpo. Vi aspettiamo per provarlo!!!!

 


Ti è piaciuto questo articolo?Seguici nei prossimi articoli a Shanti Om

Condividilo e faccelo sapere con un tuo commento

Vieni a scoprire di più nello studio olistico Shanti Om

Per ulteriori informazioni o prenotazioni Chiama o Whatsappaci al  3277574006

whatsapp shanti om

facebook shanti om

Shanti om, quarto chakra massaggi pordenone

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *